Gruppi storici - Sito ufficiale del Palio delle Contrade di Vigevano in onore del Beato Matteo Carreri

Vai ai contenuti

Menu principale:

 
Armeria Ducale
 
Gli uomini dell’Armeria Ducale rappresentano soldati mercenari al soldo di Francesco Forza e sono guidati dal Castellano Notaro Giacomo da Policastro, che assunse questo incarico su nomina ducale di Francesco Sforza tra il 1450 e il 1451 e rimase per lunghi anni a capo delle milizie del nostro borgo.
Il Castellano è interpretato da Giuseppe, che con immensa passione presenta ad ogni manifestazione scudi, elmi, corpetti, maglie, spade, dardi e altre armi, il tutto ricostruito secondo precise ricerche storiche. L’accuratezza del lavoro manuale che sta dietro a questi manufatti ha un valore inestimabile.
La presenza di questo gruppo nel corteo ducale rende giustizia alla vocazione principale del Duca Francesco Sforza, mentre la cura con cui gli uomini in arme sono abbigliati rende giustizia alla rievocazione storica che presentiamo ogni anno al nostro pubblico.
 
 
Aurora Noctis
 
Il gruppo di Giocoleria Medievale “Aurora Noctis”, ovvero “Aurora della Notte”, nasce nel 2006 dalla passione di Elisabetta della Contrada di Griona, con lo scopo di voler portare l’arte di strada nella manifestazione storica del Palio, per ravvivarla con giochi di colori e di abilità che caratterizzano il gruppo.
“Aurora Noctis”, infatti, anima la sfilata con leggiadri nastri colorati e giochi armonici di manipolazione. Le sue affascinanti esibizioni con il fuoco caratterizzano gli spettacoli serali, riuscendo sempre a sorprendere e a stupire il pubblico.
Il gruppo è costituito da una decina di elementi e in questi anni ha partecipato a svariate manifestazioni storiche, quali convivi, banchetti, cerimonie e feste rinascimentali.

 
Il Biancofiore
 
Gruppo di danza specializzato in Bassadanza Lombarda del Quattrocento, nato dalla passione di Antonio ed Elvira della Contrada Castello per la danza rinascimentale e per la ricostruzione filologica della stessa.
Il danzar lombardo, cioè la danza alla Corte Sforzesca, era considerato all’avanguardia da tutte le corti italiane ed europee del ‘400. Ambasciatori e diplomatici presso la corte milanese apprendevano i passi più alla moda per poterli trasmettere ai loro signori.
Il nome del gruppo, “Il Biancofiore” è derivato dall’appellativo dato dal maestro Antonio Cornazano alla principessa Ippolita Sforza, gentile nel suonare il liuto e cortese nella danza. E’ a lei che il maestro dedicò il trattato di danza da cui ancora oggi i nostri danzatori traggono insegnamenti sui passi, sulle maniere, sulle figure e sulle musiche.
La loro conoscenza delle danze storiche si allarga anche al ‘500 e ‘600 italiano, permettendo al gruppo di allietare banchetti e manifestazioni a tema anche di altre epoche.
 
 
Musici e Alfieri dell’Onda Sforzesca
 
I tamburi del Palio delle Contrade, presenti nella nostra manifestazione fin dal lontano 1981, anno di fondazione della stessa, si sono uniti e amalgamati nel 2012 agli sbandieratori, nati nel 2006 dalla passione di Wilma della Contrada di Griona, con lo scopo di creare un unico gruppo storico atto ad animare il Palio delle Contrade di Vigevano e non solo.
I giochi di bandiera, le tipiche evoluzioni degli sbandieratori nate in un contesto militare e trasformate nel tempo in divertimenti di corte, si uniscono oggi alle coreografiche esibizioni musicali dei nostri tamburi
L’ondato blu, caro a Francesco Sforza, insieme all’impresa del leone rampante, sono i simboli rappresentati sulle bandiere con cui gli Alfieri giocano nelle feste di corte, accompagnate da crescenti e imperiose marce che scortano la Corte di Milano nell’amato borgo di Vigevano.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu